Cultura e Spettacolo


Emanuele Luzzati 

Se fosse stato un comico o un attore famoso avrebbe avuto ben altra celebrazione. Luzzati paga la particolarità della sua arte così lontana dal pubblico medio. Ricordato degnamente in città lo Stato se ne dimentica in fretta, quasi a confermare l’appiattimento culturale sui soli “artisti” di massa. 

Pippo dei Trilli 

Con lui la vecchia scuola della canzone dialettale ha perso un altro pezzo della sua tradizione. Pur non avendo una voce esemplare Pippo aveva ancora quell’umanità popolare tipica delle vecchie generazioni di lontana tradizione goviana; quella generazione di zeneisi per i quali l’italiano era solo una materia scolastica.
Per capire cos’è la canzone dialettale ci rimane a questo punto solo Piero Parodi. Le nuove generazioni da Franca Lai a Matteo Merlo pagano lo scotto del genovese dimenticato, i Buio pesto rimangono troppo spesso nella parodia del belinlandia.
 

Renzo Piano 

Tanta carne al fuoco che aspetta di essere servita. 2008 cruciale, leggi alla voce Marta Vincenzi. 

Paola Pettinotti 

Un romanzo d’esordio (Ghetto – Fratelli Frilli Editori) che racconta una città ai più sconosciuta: un’indagine nei carruggi dei travestiti. Una storia di genere ma con accenti originali e soprattutto sinceri. Il suo libro racconta la città scovando storie tra scene di normale quotidianità. A differenza di quanti si limitano ad elencare le vie e i quartieri, lei pensa che per raccontare Genova non ci sia modo migliore che seminare qua e là parole come rumenta e cirulla. Da tener d’occhio.

Annunci

Per il terzo anno consecutivo Terra e libertà/Critical wine, la fiera dei piccoli produttori di vino di qualità torna a Genova al Laboratorio sociale Buridda (Via Bertani 1) sabato 10 domenica 11 novembre.

La manifestazione prevede un ricco programma di dibattiti, pranzi e cene con prodotti biologici, concerti oltre alla possibilità, come sempre, di assaggiare i vini di tutti i produttori presenti.
Al termine delle degustazioni sarà inoltre possibile acquistare le vostre bottiglie direttamente dai produttori, al prezzo sorgente (cioè lo stesso applicato ai ristoranti ed enoteche).

Leggi il programma completo
Leggi tutta la presentazione 
 

Una buona occasione per dare uno sguardo ad un settore che non è rappresentato solo dalla grande distribuzione.

Marco Paolini ci ha abituato ai suoi racconti viscerali, fin dai tempi di Vajont o del “popolo de I-TIGI” non ha mai mancato di marcare il nostro territorio.
E’ sensazionale come ogni suo racconto acquisti sempre una valenza concreta per la sua capacità di delineare la realtà con crudezza fotografica e spietata.
Il viaggio di Bestiario Italiano è uno di questi racconti, un lungo susseguirsi di storie dal Veneto al Sud, passando per posti di mare Trieste, Palermo e Genova.

Questo l’accenno alla nostra città

Per la cronaca martedì 30/10 su La7 alle 21.30 Marco Paolini presenterà lo spettacolo il Sergente.

Guarda la speciale su Marco Paolini dal sito di La7

Per tutti gli appassionati di scienza ed anche per i semplici curiosi.
Il Festival della Scienza (25 ottobre – 6 novembre) alla quinta edizione, è ormai una delle manifestazioni europee più importanti nella divulgazione scientifica.

Anche quest’anno un programma importante con l’inedita incursione nella blogosfera grazie all’ area blog allestita nella Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi.

Il Sito del Festival
Il Blog del Festival

A Genova il documentario sull’immigrazione ecuadoriana 

L’immigrazione latinoamericana stà lasciando il segno in molti quartieri di Genova specie a ponente. Su tutti la comunità ecuadoriana rappresenta ormai il gruppo più importante.
I problemi esistono non si può negarlo, se la prima generazione di immigrati composta principalmente da donne non ha scontato grossi problemi, con i ricongiungimenti familiari ed il conseguente arrivo delle nuove generazioni si sono purtroppo innescati processi di discriminazione e di microcriminalità evidenti ai più.

Il fenomeno delle bande è solo una delle espressioni di disagio di questi giovani. Di loro ne hanno parlato stampa, televisioni, funzionari di polizia, rendendo il tutto ad un unico problema di ordine pubblico. In realtà c’è forse qualcosa di più, e la necessità di capire il fenomeno è conseguentemente una questione importantissima.

In quest’ottica il documentario Trans/Portes di Eugenia Teodorani in programma questa sera alle 18 nel Centro Civico Cornigliano di Via Narisano 14 è uno strumento prezioso.
Quasi tutto girato in Ecuador, trans/portes è un diario di viaggio, una specie di mappa discontinua di rimandi tra il Sud America e l’Europa. Un film fatto di persone che si raccontano e raccontano cosa c’è dietro le pagine di cronaca nera.
Un buon punto di partenza per allargare l’orizzonte del problema. 
 

Di seguito il trailer del documentario

“Comunque vada sarà un successo”. Non sempre i vecchi adagio rispondono alle necessità.
Se la notte bianca si fosse rivelata un fiasco non c’era certo da ridere, visto le spese pari a circa 1 milione di euro.
Invece 500mila persone si sono riversate in centro, in pratica tutta la città più o meno.

Il risultato è stata una bella festa, con tanto lavoro per negozi, musei e attrazioni varie, culminata con i fuochi d’artificio sul Porto Antico.
Peccato che proprio l’affollamento per le vie non abbia permesso una facile fruizione di tutte le piazze.
Per visitare il Museo Galata la coda arrivava ben oltre il museo stesso, i vicoli del centro storico completamente a tappo, qualche difficoltà anche per raggiungere a piedi i tre palchi in tempi ragionevoli   ma sono comunque cose normali per un evento del genere, d’altronde ci si poteva pur sempre concentrare solo in una piazza o evento.

Oltre a questo nessun problema di traffico e ordine pubblico.  

Tutti promossi: Vigili, AMIU, AMT e Comune.

Speriamo che la notte si possa ripetere anche nei prossimi anni, perché per una volta su un evento così particolare, ci è stato risparmiato il solito chiacchiericcio polemico e sterile della politica, e si è ampiamente dimostrato che esistono ancora cose di esclusiva appartenenza dei cittadini, che per una notte si sono riappropriati a buon diritto di questa città.
Un segnale di affetto e attaccamento, semmai ce ne fosse bisogno, di cui politici e amministratori locali dovrebbero tenerne buona nota in ogni giorno del loro mandato.

I numeri della notte bianca nel servizio di PrimoCanale

Sembra che per la Notte Bianca di sabato 15 le cose siano state fatte per bene. Soprattutto si è raggiunto l’accordo tra Comune e commercianti affinché i negozi rimangano aperti a contorno del fitto programma di manifestazioni.
Effettivamente dopo il mezzo fiasco della notte delle Tall Ships coi negozi del centro praticamente tutti chiusi, sarebbe stato veramente allucinante ripetere l’impasse.
Ma anche se qualcuno troverà sicuramente qualcosa da ridire tutte le parti coinvolte hanno dimostrato comunione d’intenti e uno spirito d’iniziativa non comune da queste parti.

Se sarà un successo o un fiasco il giorno dopo i politici nostrani avranno da dire e i giornali da scrivere, se ci saranno problemi o casini fioccheranno le polemiche, da parte nostra pensiamo che pur trattandosi di intrattenimento si tratta di una bella prova per la città, alla faccia della cultura del maniman.
 

Programma, Informazioni e Curiosità sulla Notte Bianca di sabato 15/9 nel sito GenovaUrbanLab allestito dal Comune 

In particolare  

Il Dettaglio del programma in centro

Il Dettaglio del programma negli altri quartieri

Pagina successiva »