A Genova il documentario sull’immigrazione ecuadoriana 

L’immigrazione latinoamericana stà lasciando il segno in molti quartieri di Genova specie a ponente. Su tutti la comunità ecuadoriana rappresenta ormai il gruppo più importante.
I problemi esistono non si può negarlo, se la prima generazione di immigrati composta principalmente da donne non ha scontato grossi problemi, con i ricongiungimenti familiari ed il conseguente arrivo delle nuove generazioni si sono purtroppo innescati processi di discriminazione e di microcriminalità evidenti ai più.

Il fenomeno delle bande è solo una delle espressioni di disagio di questi giovani. Di loro ne hanno parlato stampa, televisioni, funzionari di polizia, rendendo il tutto ad un unico problema di ordine pubblico. In realtà c’è forse qualcosa di più, e la necessità di capire il fenomeno è conseguentemente una questione importantissima.

In quest’ottica il documentario Trans/Portes di Eugenia Teodorani in programma questa sera alle 18 nel Centro Civico Cornigliano di Via Narisano 14 è uno strumento prezioso.
Quasi tutto girato in Ecuador, trans/portes è un diario di viaggio, una specie di mappa discontinua di rimandi tra il Sud America e l’Europa. Un film fatto di persone che si raccontano e raccontano cosa c’è dietro le pagine di cronaca nera.
Un buon punto di partenza per allargare l’orizzonte del problema. 
 

Di seguito il trailer del documentario

Annunci