“Comunque vada sarà un successo”. Non sempre i vecchi adagio rispondono alle necessità.
Se la notte bianca si fosse rivelata un fiasco non c’era certo da ridere, visto le spese pari a circa 1 milione di euro.
Invece 500mila persone si sono riversate in centro, in pratica tutta la città più o meno.

Il risultato è stata una bella festa, con tanto lavoro per negozi, musei e attrazioni varie, culminata con i fuochi d’artificio sul Porto Antico.
Peccato che proprio l’affollamento per le vie non abbia permesso una facile fruizione di tutte le piazze.
Per visitare il Museo Galata la coda arrivava ben oltre il museo stesso, i vicoli del centro storico completamente a tappo, qualche difficoltà anche per raggiungere a piedi i tre palchi in tempi ragionevoli   ma sono comunque cose normali per un evento del genere, d’altronde ci si poteva pur sempre concentrare solo in una piazza o evento.

Oltre a questo nessun problema di traffico e ordine pubblico.  

Tutti promossi: Vigili, AMIU, AMT e Comune.

Speriamo che la notte si possa ripetere anche nei prossimi anni, perché per una volta su un evento così particolare, ci è stato risparmiato il solito chiacchiericcio polemico e sterile della politica, e si è ampiamente dimostrato che esistono ancora cose di esclusiva appartenenza dei cittadini, che per una notte si sono riappropriati a buon diritto di questa città.
Un segnale di affetto e attaccamento, semmai ce ne fosse bisogno, di cui politici e amministratori locali dovrebbero tenerne buona nota in ogni giorno del loro mandato.

I numeri della notte bianca nel servizio di PrimoCanale

Annunci