Il recente ritrovamento a Sant’Eusebio di centinaia di elenchi telefonici nuovi abbandonati in una discarica dovrebbe sensibilizzare le associazioni dei consumatori (e soprattutto la Telecom) sulla reale necessità di consegnare ogni anno un elenco telefonico completo.

Ognuno di noi infatti può facilmente confermare che le variazioni da un’edizione all’altra sono minime, pertanto la pubblicazione di una sola integrazione annuale che includa i nuovi numeri e tutti i numeri di interesse pubblico, sarebbe sicuramente una scelta di buon senso.
Senza dimenticare che la principale novità annuale dell’elenco solitamente è la foto in copertina.

Un esempio.
Mia nonna, che aveva una seconda casa in Valbrevenna, ne usava una copia del 92 – tuttora utilizzata – e non abbiamo ancora sbagliato un numero!
Volete mettere inserire ogni anno un piccolo opuscolo all’edizione decennale di casa, rispetto alle cataste di carta appilate nel portone?

Chiamatelo ecologismo, risparmio di risorse o educazione civica, io preferirei parlare di parsimonia.  
Mentre
si discute tanto di cultura ecologica, di riciclaggio e raccolta differenziata, basterebbe ogni tanto ricordarsi che cosa si potrebbe recuperare della nostra cultura contadina.

Leggi sull’argomento la proposta del blog Blogeko

Annunci