Riprendendo il discorso di ieri intorno a Carige e Terzo Valico, grazie al prezioso lavoro dell’Osservatorio Ligure sull’Informazione, è possibile aggiungere qualche retroscena interessante.
La domanda nasce spontanea:
perché un istituto di credito ha così grande interesse per il terzo valico e per il waterfront, investimenti notevoli ma non immediatamente remunerativi?

La risposta é ben nota, il miglior modo per valorizzare il tesoretto raccolto dalle decine di filiali Carige resta ancora oggi il mattone. Quale miglior occasione per approfittare degli spazi liberati dal terzo valico e dal waterfront?

Ah la lungimiranza genovese
Come dice un vecchio adagio: “palanche ciaman palanche”.
 

Ecco l’intervento di OliNews sull’argomento.

Annunci