Da tempo mi domando perché buona parte delle spiagge libere cittadine venga lasciata così a sé stessa.
Provate a fare un salto a Vernazzola per dare un’occhiata, oppure anche a Boccadasse così celebrata, a Ponente la situazione è anche peggio: sempre lo stesso degrado.
La qualità dell’acqua è tra le peggiori in circolazione, e quasi tutto il litorale cittadino è interdetto alla balneazione, ma lo stato di abbandono della battigia è forse ancora più grave.

Le spiagge conquistano l’onore della cronaca solo d’estate, tra bandierine blu e golette verdi; a volte in maniera consistente se c’è qualche alga velenosa in circolazione.
Poi con la fine del periodo estivo ci si dimentica di tutto.
Eppure si tratta di una parte importante della città, magari non così fruibile, ma comunque meritevole di attenzione.

In tutti questi anni le spiagge, quelle libere, sono diventate progressivamente ricettacolo di degrado e sporcizia, e la situazione non sembra più sostenibile.

Avevamo ad esempio i Forti nell’abbandono più completo e in buona parte sono stati recuperati, perché non fare un passo avanti anche verso il mare?  
Possibile che non ci sia la volontà di trovare una soluzione?

Ormai non è  più tempo di iniziative ecologiche sporadiche, occorre che nasca una nuova sensibilità per questi posti, occorre che qualcuno si occupi della manutenzione delle spiagge tutto l’anno.  
Non risulta che ci siano in previsione degli interventi sostanziali del Comune, almeno non sono stati finora comunicati, la nuova giunta però comprende un assessore al progetto Città del Mare.
Speriamo che qualcosa si muova, e che soprattutto nasca un progetto duraturo e integrato per recuperare questa parte di città così ricca di cultura popolare.

Si potrebbe ad esempio lanciare un’iniziativa simile a quella per il verde pubblico.
Adottare un’aiuola sembra diventare sempre di più un buon mezzo per farsi pubblicità, adottare una spiaggia potrebbe essere un’altra opportunità per il Comune di unire il risparmio dei costi al mantenimento decoroso della città.
Sono sicuro che a Vernazzola, Voltri, Boccadasse potrebbero essere interessati, magari con qualche contropartita nei limiti di un’appropriazione civile.
Sarebbe un modo per riappropriarsi del mare.

Adotta una Spiaggia  anche lo slogan suona piuttosto bene.

Annunci