Quasi dodici anni con l’acqua in casa, giornate passate a maledire chi invece di fare l’architetto poteva semplicemente far dell’altro. 
Ora dopo tutto questo tempo i tetti delle Lavatrici di Pegli 3 sono stati finalmente impermeabilizzati, 3 anni per finire i lavori  finanziati per l’80% dal Comune attraverso l’Agenzia Regionale Territoriale per l’Edilizia (ARTE).

900mila euro spesi in un’opera indispensabile per risolvere “una situazione causata da errori di costruzione irrimediabili, come l’uso delle tecniche per la costruzione dei capannoni industriali, non certo adatti all’edilizia residenziale” conferma Giacomo Ricciuti amministratore dei civici coinvolti e principale promotore dell’iniziativa.

E se in tutti questi anni ogni giornata di pioggia era causa di proteste e bestemmie, ora 54 famiglie possono vivere civilmente.

Annunci